Anticipo Tfr: quando è possibile ottenerlo

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

L’articolo 2120 del codice civile disciplina il Trattamento di fine rapporto, ovvero il Tfr e di conseguenza anche come e quando sia possibile ottenere un anticipo Tfr.

Nella fattispecie l’articolo 2120 recita come segue:

Il prestatore di lavoro, con almeno otto anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro, può chiedere, in costanza di rapporto di lavoro, una anticipazione non superiore al 70 per cento sul trattamento cui avrebbe diritto nel caso di cessazione del rapporto alla data della richiesta.
Le richieste sono soddisfatte annualmente entro i limiti del 10 per cento degli aventi titolo, di cui al precedente comma, e comunque del 4 per cento del numero totale dei dipendenti.
La richiesta deve essere giustificata dalla necessità di:
a) eventuali spese sanitarie per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche;
b) acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli, documentato con atto notarile.
L’anticipazione può essere ottenuta una sola volta nel corso del rapporto di lavoro e viene detratta, a tutti gli effetti, dal trattamento di fine rapporto“.
 

Analizzando nel dettaglio quando scritto nell’articolo 2120 del codice civile, si capisce quali siano i fattori che influiscono possibilità di richiedere un anticipo tfr.

  • Anzianità di servizio: Occorre,  essere assunti da almeno 8 anni presso la stessa azienda per poter richiedere un anticipo tfr. Si parla di anzianità lavorativa continuativa, ovvero, se si presta servizio presso un’azienda, qualora si venisse licenziati e riassunti in un secondo momento, l’anzianità di servizio verrebbe azzerata.
  • Limite del 70%: Ove l’anzianità di servizio sia sufficiente, il dipendente può ottenere un anticipo tfr pari al massimo al 70% del suo tfr maturato fino a quel momento. Chiaramente è possibile chiedere un anticipo di importi anche inferiori, ma poiché è concesso un solo anticipo, occorre valutare con attenzione l’importo da richiedere.
  • Limite di richieste per singolo dipendente: Il singolo dipendente può richiedere l’anticipo tfr una sola volta nel corso del suo rapporto di lavoro con l’azienda.
  • Limite richieste per i dipendenti dell’azienda: Si tratta di una limitazione imposta all’azienda, la quale può concedere l’anticipo tfr al massimo al 10% degli aventi diritto e non può comunque concedere l’anticipo tfr ad un numero di dipendenti superiore al 4% dei totali.
Oltre a queste limitazioni, ulteriori limitazioni all’anticipo tfr sono costituite dalla motivazione che ne giustifichi la richiesta.
Secondo l’articolo 2120 del codice civile, è possibile richiedere l’anticipo tfr solamente per determinati motivi, quali:
  • spese sanitarie straordinarie
  • acquisto della prima casa sia per se che per i propri figli
In entrambi i casi occorrerà fornire la documentazione necessaria per accedere all’anticipo tfr.
Avendo visto come sia possibile richiedere un anticipo tfr e in quali casi, possiamo fare una considerazione. L’anticipo tfr non va considerato come una forma di finanziamento, ma come una misura straordinaria da utilizzare in casi di particolare necessità. Tralasciando il prestito personale, e considerando invece la cessione del quinto, questa può dare un vantaggio maggiore rispetto all’anticipo tfr.
Prendiamo come esempio una persona che abbia maturato 10.000 euro di tfr e che lavori per una azienda privata da 8 anni, questa persona potrebbe eventualmente chiedere un anticipo di 7.000 euro. Con la cessione del quinto, invece, spesso l’importo ottenibile supera l’importo del tfr maturato, per cui questa persona potrebbe riuscire ad ottenere un importo maggiore.
Se ritirasse il tfr, potrebbe non essere più così facile riuscire ad ottenere la cessione del quinto.
Prestitoa.it
L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Anticipo Tfr: quando è possibile ottenerlo ultima modifica: 2014-05-07T15:55:01+00:00 da prestitoa