Banche Usuraie: che Fare?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Banche usuraie? Cosa fare in questi casi?
Recentemente si è parlato molto di questo argomento; alcune trasmissioni stanno reclamizzando questo evento scatenando un forte allarme nei confronti dei consumatori e allo stesso tempo un grande interesse per gli “speculatori”. Se vero da una parte che alcuni contratti di mutuo, prestito, fido di conto possono essere viziati da tassi usurai è anche vero che molte persone stanno vedendo in questo fenomeno un business su cui speculare a discapito dei consumatori. Esistono di certo professionisti che offrono la loro consulenza in cambio di un compenso e questo credo sia normale, ma ultimamente diverse persone si stanno avvicinando al mondo “anatocismo ed usura” in qualità di consulenti enfatizzando possibili rimborsi da parte dell’istituto di credito, illudendo il cliente di una vincita certa e schiacchiante. Il consulente richiede, a titolo di istruttoria pratica, un determinato compenso e contestualmente (o dopo una prima verifica) un ulteriore somma per le spese di perizia. Questi soldi, anticipati dal cliente convinto di una vincita certa, spesso si rilevano un investimento a fondo perduto, ovvero non sempre l’aspettiva promessa dal consulente si converte in un successo.

E’ naturale che qualsiasi individuo, soprattutto in questo momento di difficoltà, risponda positivamente alla domanda “sei interessato a scoprire se la tua banca ha applicato tassi usurai ed anatocismo?“. Per curiosità e voglia di recuperare ciò che è stato versano ingiustamente, ogni persona è propensa a procedere in tal senso. Raccolta la documentazione necessaria, il consulente vi potrà offrire una consulenza professionale, indicandovi tutti i potenziali rischi ed eventuali vantaggi, consigliandovi, ove opportuno, di non procedere per non sostenere costi inutili. In altri casi invece potrete incontrare un consulente ingolosito da una nuova chance di guadagno, pronto ad illudervi in qualche modo pur di procacciare un nuovo cliente. Qui  si delinea il bivio, cosa fare? Procedere oppure no? Mi fido o non mi fido?
Bisogna inoltre precisare che spesso anche il consulente è vittima di una struttura la quale, durante meeting e riunioni, spinge la propria rete commerciale ad acquisire tutti i clienti perché certi del successo della loro azienda, dello staf di consulenti ed avvocati. Come ulteriore motivazione mostrano i video/serzivi delle “Iene”. Come detto prima i servizi promossi da questo programma sono pro consumatore, un chiaro messaggio con il quale vogliono sensibilizzare le persone a pretendere ciò che gli appartiene. Purtroppo come accade in tanti settori, non tutti gli attori che governano un mercato sono classificabili come professionisti.

Il nostro consiglio è di verifica, laddove sussista il dubbio, le posizioni potenzialmente viziate da anatocismo ed usura, ma prima di sottoscrivere contratti di consulenza o meglio prima di versare compensi a titolo di rimborso spese, perizie o quant’altro, valutate bene chi avete di fronte.

PrestitoA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Banche Usuraie: che Fare? ultima modifica: 2013-11-13T17:47:14+00:00 da prestitoa