Cattivo Pagatore Prestitempo? Ecco Cosa Fare!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Cattivo Pagatore Prestitempo

Cattivo Pagatore Prestitempo

Cattivo pagatore Prestitempo? Hai bisogno di un prestito e non sai a chi rivolgerti? Se dipendente o pensionato, PrestitoA.it può aiutarti! Compila il modulo di richiesta preventivo gratuito ed affidati al nostro staff. Un consulente si metterà a disposizione per qualsiasi dubbio e per fornirti un preventivo dettagliato. Clicca qui ed inviaci la tua richiesta di prestito a cattivo pagatore Prestitempo.

Cattivo pagatore Prestitempo: chi può richiedere un nuovo prestito?
Per chi è segnalato in banca dati come cattivo pagatore Prestitempo, o in generale per chi è segnalato nella lista dei cattivi pagatori di Crif, Experian, CTC, ottenere un nuovo prestito personale non è così semplice. La segnalazione di cattivo pagatore penalizzo lo stato cliente e pertanto difficilmente sarà possibile ottenere un nuovo prestito.
Esiste comunque una soluzione, dedicata esclusivamente a dipendenti, assunti a tempo indeterminato, o pensionati grazie alla quale anche un cattivo pagatore Prestitempo può ottenere un nuovo prestito. Infatti grazie alla cessione del quinto è possibile superare le segnalazioni negative presenti in banca dati.

Cattivo pagatore Prestitempo: cos’é la cessione del quinto?
La cessione del quinto è un prestito personale caratterizzato dalla modalità di rimborso delle rate e dall’importo delle stesse. La cessione del quinto prevede infatti che:
la rata mensile venga rimborsata con addebito diretto sul cedolino della busta paga o della pensione. Vuol dire che l’importo della rata sarà trattenuto mensilmente dall’amministrazione dell’azienda o dall’ente previdenziale rispettivamente dalla busta paga o dal cedolino pensione. Questa somma verrà versata a favore della società finanziaria.
la rata mensile non potrà superare il quinto del reddito netto mensile percepito dal cliente, quindi il 20%. Se ad esempio un cliente percepisce € 1.000,00 netti mensili, l’importo della sua rata massima non potrà superare € 200,00.
La cessione del quinto consente di ottenere nuova liquidità non solo se cattivo pagatore Prestitempo, ma anche se con un pignoramento in corso od un protesto (sempre se dipendente o pensionato).

Cattivo pagatore Prestitempo: ho chiesto la cessione del quinto e mi è stata negata, come mai?
Possono essere diversi i motivi per cui una cessione del quinto può essere stata rifiutata. Il nostro consiglio è di inoltrarci la richiesta online per verificare se esiste qualche soluzione positiva. La cessione del quinto può essere negata per limiti di età del richiedente, per il TFR accantonato (nel caso di dipendenti), il numero di dipendenti assunti a tempo indeterminato e tanto altro ancora.

Cattivo pagatore Prestitempo: ho già la cessione del quinto in corso, posso ottenere nuova liquidità?
In questi casi possiamo valutare o il rinnovo della cessione del quinto in corso (sempre che siano decorsi i tempi tecnici richiesti) o un preventivo di delega di pagamento. Quest’ultimo prestito è concesso ai soli lavoratori dipendenti (no per i pensionati).

Cattivo pagatore Prestitempo? Contattaci ora!

PrestitoA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Cattivo Pagatore Prestitempo? Ecco Cosa Fare! ultima modifica: 2012-10-30T11:45:10+00:00 da prestitoa