Dichiarazione dei redditi Modello 730: oggi la prima scadenza.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Come tutti gli anni è questo il periodo della dichiarazione dei redditi e della compilazione del modello 730.

Oggi, 30 aprile, è il giorno in cui scade il termine per la presentazione del modello 730 per la dichiarazione dei redditi al proprio datore di lavoro o agli enti pensionistici se pensionati. La prossima scadenza, invece, è fissata al 31 maggio qualora ci si rivolga ad un Caf o ad un intermediario abilitato.

Il datore di lavoro, o l’ente pensionistico, dovranno dovranno poi consegnare al contribuente la copia della dichiarazione dei redditi e il modello 730-3 in cui saranno indicate le trattenute e i rimborsi.

Per i Caf e gli intermediari, invece, la scadenza è fissata al 17 giugno, data in cui dovranno consegnare al contribuente il modello 730-3 emesso in base ai documenti forniti dal contribuente.

Per la dichiarazione dei redditi 2014, però, il modello 730 presenta alcune novità. Questo, infatti, può essere utilizzato anche da soggetto assimilati ai lavoratori dipendenti, quali colf e badanti e lavoratori a progetto. Sarà possibile usare il credito risultante dal modello 730 della dichiarazione dei redditi, per pagare l’IMU 2014 o altre imposte. Vi è un aumento di detrazione di imposta di 150 euro su ogni figlio a carico sopra i tre anni e di 320 se sotto i tre anni passando così a 950 e 1220 rispettivamente. L’aumento è invece di 400 euro per figli portatori di handicap.

Sarà possibile detrarre il 50% delle spese sostenute per il recupero di patrimonio edilizio in caso di spese non superiori a 96.000 euro per ogni immobile.

E’ prevista una detrazione del 50% per l’acquisto dell’arredamento di immobili che abbiano subito un recupero edilizio per un massimo di 10.000 euro.

Sono previste inoltre detrazioni per spese finalizzate al risparmio energetico, vi è una riduzione dell’aliquota agevolata per i contratti di locazione a canone concordato dal 19% al 15%. In assenza di cedolare secca vi è una riduzione della deduzione del canone di locazione dal 15% al 5%. E’ possibile, inoltre, detrarre il 19% delle spese di mediazione immobiliare fino ad un massimo di 1.000 euro.

Puoi scaricare qui il modello 730 editabile per la dichiarazione dei redditi, potrai poi consegnarlo ad un Caf, un commercialista o un consulente del lavoro che provvederanno alla presentazione del modello 730 

Prestitoa.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Dichiarazione dei redditi Modello 730: oggi la prima scadenza. ultima modifica: 2014-04-30T15:32:05+00:00 da prestitoa