Pieno di Debiti: Cosa Fare?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Pieno di Debiti: cosa fare?

Pieno di Debiti: primo passo.
La prima cosa da fare quando ci si trova nella situazione “pieno di debiti” è rendersi conto dell’effettiva situazione. A volte ci si auto convince che la cosa sia meno grave del previsto e ci si illude da soli che la cosa non è così grave. Una cosa utile da fare è scrivere su un semplice foglio di carta l’elenco completo di tutti i debiti in corso, distinguendo i creditori (esempio le varie finanziarie o banche), l’importo delle singole rate, l’importo debito originario, l’importo delle rate ancora da pagare, l’importo del debito residuo. In questo modo avrete sottocchio un quadro completo di tutti i vostri debiti e questo è già un passo avanti per iniziare un’azione di risanamento del debito.

Pieno di Debiti: secondo passo.
Presa coscienza della reale situazione, bisogna iniziare a strutturare un piano di rientro il linea con le proprie possibilità. Ricorre ad altri finanziamenti per regolarizzarne precedenti non ha senso in quanto in questo modo si peggiorerà l’attuale situazione. L’unica azione giustificabile è chiedere un nuovo prestito per consolidare tutti o gran parte degli impegni precedenti con l’obbiettivo di abbattere sensibilmente l’importo mensile delle rate da rimborsare.
Quindi come secondo passo, ragionate sull’importo di una rata mensile che potreste rimborsare serenamente. Valutato questo aspetto, confrontatelo con la reale situazione così da rendervi conto come gestire al meglio la situazione. Potreste, come detto prima, richiedere un nuovo prestito per consolidare i precedenti, ma se questo non fosse possibile allora dite stop a nuovi debiti.

Pieno di Debiti: terzo passo.
Ora dovreste aver realizzato se i debiti in corso sono rinegoziabili con un nuovo prestito consolidamento debiti o se la somma a debito è troppo elevata. Nel primo caso potrete richiedere un nuovo finanziamento sia come prestito personale (se regolari in banca dati come buoni pagatori) sia come cessione del quinto (nel caso in cui il finanziamento consolidamento debiti vi venga negato o nel caso in cui siete segnalati in banca dati per ritardi di pagamento). Ottenuto il finanziamento preoccupatevi di estinguere i precedenti prestiti, senza considerare l’ipotesi di spendere questa nuova somma di denaro per altre finalità (ad esempio comprare un auto nuova). Vi trovereste nuovamente nella situazione “pieno di debiti”, anzi peggiorereste soltanto la vostra situazione.

Pieno di Debiti: quarto passo.
Ora vi potete trovare in una delle due situazioni:
– avete consolidato i debiti in corso
– non siete riusciti a ottenere un nuovo finanziamento per ristrutturare i debiti
Nel primo caso avrete risolto il vostro problema, mentre nel secondo caso dovrete concentrarvi esclusivamente nel rimborsare i vostri debiti dando una priorità a quali rimborsare. Logicamente se siete in difficoltà non sarete in grado di pagare tutte le rate in corso. Pagare alcune rate trascurandone altre vi comporterà la segnalazione negativa in banca dati come cattivo pagatore. Questo fattore vi potrà comportare difficoltà d’accesso al credito in futuro (eccetto il caso in cui richiederete un prestito tramite cessione del quinto e/o delega di pagamento). Ricordatevi però che l’obbiettivo è ridurre i vostri debiti, non farne nuovi.
Stabilite quindi chi pagare per primo e così via; man mano che rimborserete ogni singolo debito cancellate subito questo impegno dal foglio precedentemente compilato (vedi primo passo). Man mano vedrete visivamente che questo elenco si ridurrà sempre più e psicologicamente vi sentirete più sollevati.

Pieno di Debiti: come fare con le finanziarie a cui non do’ priorità?
Logicamente dovendo assegnare una graduatoria, alcune società finanziarie saranno messe in coda rispetto ad altre. Con queste cercate di spiegare la situazione e il vostro interesse nel regolarizzare tutte le posizioni. Incontrerete due soluzioni, chi agevolerà la vostra decisione e chi no. In questo secondo caso la società finanziaria potrà passare la pratica all’ufficio recupero credito o ad una società esterna con il fine di recuperare tutta o parte della somma ancora a debito. In questi casi potrete optare per un offerta a saldo e stralcio.

PrestitoA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Pieno di Debiti: Cosa Fare? ultima modifica: 2013-10-31T15:24:53+00:00 da prestitoa