Prestito con Trattenuta in Busta Paga. Come Scegliere?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Prestito con trattenuta in busta paga, come scegliere? Il prestito con la trattenuta in busta paga è un prestito personale con il pagamento della rata detratta direttamente dalla busta paga; proprio per questo motivo potranno ottenere questo finanziamento anche i dipendenti segnalati in banca dati CRIF, EXPERIAN come cattivi pagatori o protestati per una cambiale o assegno. Si possono avere varie soluzioni, contattaci e avrai la tua liquidità. Il prestito con trattenuta in busta paga, comunemente chiamata cessione del quinto o delega di pagamento, valuta diversi aspetti:

lavoro a tempo indeterminato

TFR accantonato, quindi maggiore sarà l’ anzianità lavorativa maggiore sarà il TFR accantonato.

TFR versato e rimasto in azienda, TFR versato in un fondo complementare e se quest’ultimo è “aperto” o “chiuso”

valutazione dell’ azienda, cioè più è alta la valutazione data all’ azienda maggiore sarà la conferma di ottenere la cessione del quinto oltre ad avere più liquidità. Contattaci e sceglieremo insieme la trattenuta in busta paga adatta a te.

Il prestito con trattenuta in busta paga (cessione del quinto NO TFR) valuta altri aspetti, quali:

– valutazione di aziende SRL, SPA con più di 16 dipendenti (COOP con più di 300 dipendenti)

– cittadinanza italiana

– assunzione a tempo indeterminato da 3 mesi

Questa soluzione (quindi il prestito tramite cessione del quinto notfr) consente di ottenere nuova liquidità per circa 7/8000,00 euro, rimborsabili in 60/72 mesi.

Se sei interessato ad un prestito con trattenuta in busta paga, contattaci per scegliere insieme la rata più conveniente per te!

PrestitoA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Prestito con Trattenuta in Busta Paga. Come Scegliere? ultima modifica: 2013-04-09T20:36:56+00:00 da prestitoa