Saldo e Stralcio: Come fare la proposta

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Saldo e Stralcio: Come fare la proposta

Dopo aver spiegato cos’è il saldo e stralcio e aver dato delle indicazioni relativamente ai modi e tempi per procedere autonomamente, vediamo ora come effettuare la proposta di estinzione del debito a saldo e stralcio.

La prima cosa da fare è scrivere una raccomandata con ricevuta di ritorno indirizzata al creditore. E’ importante telefonare all’istituto di credito e chiedere dell’ufficio che si occupa dei contenziosi, ovvero dei debiti insoluti e indirizzare a loro la raccomandata.

Nei casi in cui il debito fosse stato ceduto dall’istituto di credito ad una società di recupero crediti, ovviamente la proposta di estinzione a saldo e stralcio andrà fatta a quest’ ultima.

Saldo e Stralcio: esempio di proposta di estinzione debito

Per avere un’idea più chiara di come redigere una proposta di estinzione debito con saldo e stralcio vi proponiamo un esempio di lettera, marcando i punti principali.

Nella raccomandata è importante inserire il numero del contratto di finanziamento come oggetto, o un numero di riferimento che possa identificare il debito, nel caso di altre tipologie di debito.

Esempio:

Oggetto: “Proposta di definizione a saldo e stralcio – prestito personale n° 123456 in essere a nome Mario Rossi”.

Nel testo, invece, andrà inserita la proposta che si vuole fare nei confronti dell’istituto di credito per estinguere il debito a saldo e stralcio e il relativo importo proposto.  

Esempio:

”Spett.le Finanziaria X, in riferimento a quanto in oggetto, con la presente sono a richiedervi di saldare la mia posizione debitoria, mediante il pagamento omnicomprensivo di capitale, interessi e spese per il minor importo pari ad €5.000,00 (cinquemila/00) del debito residuo da effettuarsi entro e non oltre il giorno/mese/anno.” 

Saldo e Stralcio: accettazione o rifiuto della proposta

Come anticipato, la ricevuta di ritorno è fondamentale. Serve chiaramente a sapere se la finanziaria abbia ricevuto la raccomandata, e capire se l’offerta di estinzione a saldo e stralcio sia stata eventualmente ignorata da parte dell’istituto di credito. Generalmente, però, l’istituto di credito risponde alla raccomandata con una lettera in cui accetta o rifiuta la proposta di estinzione del debito a saldo e stralcio.

Può capitare il caso in cui l’istituto di credito decida di rifiutare l’offerta fatta dal debitore, scrivendo eventualmente un importo che sarebbe disposto a valutare per estinguere a saldo e stralcio, o indicando di effettuare un’offerta più alta che sarà poi valutata dall’istituto di credito.

Nel secondo caso è consigliabile, per eventuali proposte successive, mantenere lo stesso importo come offerta. Nel primo caso, invece, sarà a discrezione del debitore valutare o meno la controfferta fatta dall’istituto di credito.

E’ chiaro che, in caso di rifiuto dell’offerta di estinzione a saldo e stralcio da parte dell’istituto di credito, rimangono due possibilità: effettuare un’offerta maggiore o attendere che sia l’istituto di credito a contattarci e comunicare nuovamente l’intenzione di estinguere a saldo e stralcio il debito per l’importo comunicato in precedenza.

8/10

→ Pagina Successiva: Perché i creditori accettano il Saldo e Stralcio

← Pagina Precedente: A chi rivolgersi per fare l’offerta di estinzione a Saldo e Stralcio

– Vai all’inizio della guida sul Saldo e Stralcio

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Saldo e Stralcio: Come fare la proposta ultima modifica: 2014-04-28T16:58:30+00:00 da prestitoa