Prestiti per cattivi pagatori

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+

In passato hai pagato in ritardo delle rate o hai avuto casi di insolvenza e per questo sei diventato un “cattivo pagatore” per le banche o per gli istituti finanziari? Adesso avresti bisogno di un prestito per far fronte ai tuoi bisogni? In questi casi potrebbe essere un po' più difficile ottenere fiducia da parte degli istituti finanziari, ma comunque non è una cosa impossibile. Esistono, infatti, tipologie di finanziamento considerate sicure per i creditori e, pertanto, facilmente accessibili anche a protestati e cattivi pagatori.

Ci sono i cosiddetti prestiti per cattivi pagatori che in genere vengono erogati da società ed intermediari specializzati. Questi concedono credito attraverso la cessione del quinto dello stipendio, il prestito delega oppure attraverso formule di prestito cambializzato.

      

Chi sono i cattivi pagatori?

Per le Banche e gli istituti finanziari il cattivo pagatore è colui che è inadempiente agli obblighi contrattuali – o per capirci meglio – colui che non paga o paga in ritardo. Infatti tra i motivi principali per cui si viene considerati cattivi pagatori troviamo: il mancato pagamento di una o più rate di un finanziamento, il sequestro di uno o più beni o l’emissione di assegni scoperti senza provvedere a pagare la cifra mancante nei tempi previsti dalla legge.

In seguito a queste circostanze si viene inseriti nelle cosiddette “liste dei cattivi pagatori”, per un periodo di 5 anni, compilate dalle Centrali di Rischi. Queste hanno lo scopo di segnalare alle banche coloro che hanno provveduto in ritardo al pagamento dei propri debiti o sono risultati insolventi.

Come abbiamo precedentemente detto questo potrebbe implicare grosse difficoltà ad ottenere un prestito per chi è considerato cattivo pagatore…ma ci sono alcune tipologie di prestito a cui quest’ultimo può ricorrere.

Vediamone alcune…

La cessione del quinto. Tramite la cessione del quinto, infatti, si possono ottenere prestiti in quanto lo stipendio del richiedente (qualora abbia una busta paga fissa) costituisce la garanzia sufficiente perché la banca conceda un prestito.

Nel caso in cui non si possieda uno stipendio fisso su cui contare, le soluzioni possono essere due: utilizzare i propri beni come garanzia del finanziamento, oppure ricorrere alla fideiussione. Questa tipologia di finanziamento prevede  l’intervento di un garante che sarà responsabile del pagamento delle rate nel caso in il debitore non è in grado far fronte ai propri impegni con la banca.

I professionisti del team di PrestitoA saranno al tuo fianco per guidarti affinché tu possa ottenere il miglior finanziamento conforme alle tue necessità

 

Richiedi contatto

Per ulteriori informazioni i professionisti del team di PrestitoA saranno al tuo fianco per provvederti la soluzione ideale ai tuoi bisogni. Compila il modulo di contatto e sarai prontamente contattato per assisterti secondo le tue esigenze.

Prestiti per cattivi pagatori ultima modifica: 2018-08-30T16:29:20+00:00 da prestitoa
L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Share on Google+
Google+