Rinnovare lo stile della propria casa con un Prestito per Arredamento

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Dopo anni con gli stessi mobili vorresti rinnovare il tuo arredamento, rendendolo più moderno o più congeniale alle tue necessità odierne? Ti stai chiedendo quale sarebbe la soluzione migliore? In questo caso puoi richiedere un Prestito per Arredamento. Questo tipo di finanziamento figura tra i prestiti personali e può permetterti, dilazionando la cifra da pagare, di avere la liquidità necessaria per i tuoi bisogni.


Richiedi un Prestito per Arredamento

                    Cosa bisogna sapere per richiedere un prestito per arredamento?

Questa tipologia di finanziamento può essere suddiviso in prestito finalizzato o prestito non finalizzato. Se parliamo di prestito finalizzato questo sarà erogato dal rivenditore stesso, il quale stabilendo una convenzione con un istituto finanziario, propone al proprio cliente l’attivazione del prestito. Se invece si parla di prestito non finalizzato è l’acquirente a richiedere il finanziamento ad una banca o ad un istituto creditizio. Una volta concesso il prestito l’acquirente troverà la somma richiesta accreditata sul proprio conto, dopodiché la verserà al venditore per l’acquisto dell’arredamento e rimborserà il finanziamento, all’istituto finanziario, secondo le rate previste dal piano di ammortamento.

Quali sono le condizioni per ottenere un prestito per arredamento?

Questo tipo di prestito non richiede specifici requisiti, tranne un reddito certo ed una posizione creditizia del cliente che richiede il finanziamento che confermi una adeguata affidabilità finanziaria.

L’importo che verrà erogato è al massimo di 30.000 € mentre per quanto riguarda le tempistiche di emissione del prestito questo potrebbe variare in base alla banca o istituto finanziario che si è scelto.

La legge prevede anche che il consumatore possa effettuare l’estinzione anticipata del prestito. Qualora si decidesse di scegliere questa opzione, oltre al rimborso del capitale residuo, il consumatore potrebbe pagare una penale che non deve superare, per normativa, l’1% del capitale finanziato; i termini esatti della penale saranno riportati nelle condizioni contrattuali che sono state sottoscritte.

Nel caso in cui nascesse anche l’esigenza di effettuare lavori di ristrutturazione nella propria casa, oltre che a rinnovare l’arredamento, è possibile ricorrere ad una soluzione di mutuo per ristrutturazione che permette di ottenere un credito maggiore rispetto a quello disponibile per questa tipologia di prestito.

I professionisti del team di PrestitoA saranno al tuo fianco per guidarti affinché tu possa ottenere il miglior finanziamento conforme alle tue necessità.

 


Richiedi un Prestito per Arredamento


Richiedi contatto

Per ulteriori informazioni i professionisti del team di PrestitoA saranno al tuo fianco per provvederti la soluzione ideale ai tuoi bisogni. Compila il modulo di contatto e sarai prontamente contattato per assisterti secondo le tue esigenze.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.