Tassi Usura sul Mutuo Casa: Come Fare?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Tassi Usura sul mutuo casa? Cosa fare?

Tassi Usura sul mutuo casa: cos’è l’usura?
L’usura si configura quando i tassi di interesse applicati ad un finanziamento, mutuo o prestito sono considerati illegali, talmente onerosi da rendere difficile se non impossibile il rimborso del debito da parte del consumatore. Ogni trimestre banca d’Italia pubblica i tassi soglia entro i quali finanziarie e banche devono applicare i tassi d’interesse. Nel caso in cui i finanziamenti o mutui prevedono tassi superiori a quelli soglia pubblicati da Banca d’Italia, allora si configurerà usura.

Tassi Usura sul mutuo casa: come scoprire se il mutuo casa ha tassi usurai?
Il calcolo per determinare se al mutuo casa o più in generale ad un finanziamento, è stato applicato un tasso usuraio può rendersi complesso; per questo consigliamo di affidarsi a professionisti specializzati in diritto bancario.

Tassi Usura sul mutuo casa: a chi posso rivolgermi?
PrestitoA.it offre una consulenza gratuita per la prima analisi sui contratti. Nel caso in cui si configurino tassi usurai, lo step successivo è trovare un dialogo con un legale competente che vi guiderà per le successive fasi.
NB: valutate attentamente il vostro consulente! Molte persone millantano risultati eclatanti, certi ed in breve tempo. Spesso questa enfasi è dettata da una loro volontà di lucrare sulla potenziale pratica, piuttosto che da un attenta e precisa analisi di fattibilità. I costi richiesti a titolo di rimborso spese o per spese di perizia possono essere elevati; per questo valutate con attenzione a chi vi rivolgerete.

Tassi Usura sul mutuo casa: alcune indicazioni.
Tenete conto di una cosa, attivarsi per l’istruttoria di una pratica di questo tipo costa e a volte il gioco non vale la candela. Di fronte ad un mutuo casa con tassi usurai (lo stesso vale per prestiti personali, finanziamenti, conti correnti) la tendenza è trovare una negoziazione con l’istituto di credito. Per essere più chiari, considerate che non è interesse ne della banca ne del vostro legale andare in causa con una banca, bensì l’intenzione, laddove si presenti un mutuo casa con tassi usura, sarà quella di trovare un punto di incontro che soddisfi entrambi. Se per esempio Mario Rossi ha stipulato un mutuo casa nel 2005  di € 150.000,00 con durata 25 anni e nel corso di questi anni ha pagato interessi usurai per € 35.000,00, l’accordo fra Mario Rossi e la Banca XY potrebbe essere una rinegoziazione del mutuo in essere con variazione dei tassi d’interesse oltre ad una riduzione del capitale ancora da rimborsare.  Pertanto se ad oggi il debito residuo del mutuo è di € 105.000,00, la Banca XY potrebbe applicare a questo capitale uno sconto di importo pari o inferiore alla somma degli interessi usurai versati dal cliente.
In considerazione di quanto appena esposto sarà per voi più semplice non accettare l’offerta di un consulente che vi garantirà al 100% il risultato. Dopo le prime trattative con la Banca, si potrà verificare la condizione in cui il consulente, che prima vi garantiva risultati certi, vi inviterà caldamente ad accettare una transazione con l’istituto di credito per un importo inferiore rispetto a quanto previsto in precedenza. Tenete conto che anche di fronte ad una dimostrazione certa di tassi usurai sul vostro mutuo casa, l’interlocutore dall’altra parte è una banca.

Attivarsi per l’analisi su tassi usurai di mutui casa, prestiti, finanziamenti, conti correnti ha senso se gli interessi rimborsati fino a quel momento sono elevati. Se MarioVerdi ha stipulato un mutuo di € 150.000,00 per 30 anni solo 12 mesi fa, anche in presenza di tassi usura l’importo versato a favore della banca è talmente basso che anche in caso di vincita il rimborso spettante non sarebbe sufficiente a ripagare le spese d’istruttoria, perizia, spese legali. Lo stesso vale per prestiti o finanziamenti di importi medio piccoli. Ad esempio se Mario Bianchi ha acceso un prestito personale di € 10.000,00 5 anni fa con durata 6 anni, anche in presenza di tassi usurai il rimborso a favore del cliente non giustificherebbe i costi da lui sostenuti per la gestione pratica.

Per maggiori informazioni e/o consigli, scrivi sul nostro blog.

PrestitoA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

17 commenti su “Tassi Usura sul Mutuo Casa: Come Fare?

  1. Comunque l’altra volta sono stato poco chiaro, in realtà vorrei sapere se il mio mutuo è usuraio. Nel marzo 2008 ho acceso un mutuo con il tasso del 5,80%. quindi se guardiamo il tasso soglia è al 9,12% è ben lontano. Però ho saputo che il 5,80% e il tan è che va calcolato il taeg o l’isc a me sconosciuti fino a ieri. Adesso le scrivo un po di numeri reali che in alcuni test mi da l’usura. Il mutuo e tasso fisso pagamento mensile per 240 rate, data contratto marzo 2008, capitale 62000, tasso 5,80% istruttoria 180 euro, perizia 250 euro, compenso mediatore 2000 euro, spese assicurazione totale 2420 euro.(1 copertura incendio) (2 copertura caso morte) (3 inabilita, perdita impiego e ricovero)solo la copertura per incendio copre le 240 rate. Le altre solo 120 rate. Non so se tutto ciò è regolare o se c’è usura o raggiro, se può mi dia un consiglio. A un’altra cosa anche se non centra le sembra equo 4800 euro di notaio. Non so se conviene comprare casa o rimanere in affitto.

    • Buongiorno Giocchino.
      La scoppio e incendio è l’unica obbligatoria per legge, le altre sono frutto di accordi tra il cliente e la banca per cui possono anche coprire solo 10 anni, avrà pagato di conseguenza un importo più basso di polizza. Il notaio dipende dalla tariffa (consideri che al notaio non vanno tutti i 4800 perché ci sono varie imposte). Per quanto riguarda l’usura mi serve sapere la data di stipula del mutuo, il taeg e il teg riportati da contratto e il tasso di mora.
      Saluti.

  2. ho acceso un mutuo nel marzo 2008 con il tasso del 5.80. e il tasso soglia e al 9.12.io ho fatto un test online, dove ho inserito oltre il tasso di mora 2,00 tutte le spese effettuate compresa l assicurazione,e il risultato del test e del 9,00.pero quando leggo il contratto dell assicurazione.vedo che con quella cifra che ho pagato in unica soluzione mi copre solo i primi 10 anni. ma il mutuo e stipulato x 20. ma secondo voi e regolare? e se io aggiungerei la somma dell assicurazione x i restanti 10 anni nel test il tasso diventa usuraio?

    • Buonasera Gioacchino.
      Essendo obbligatorie per legge è improbabile che le polizze base come scoppio e incendio non coprano tutta la durata del mutuo. Ad ogni modo il tasso di interesse viene calcolato su base annua, quindi non fa alcuna differenza la durata del finanziamento. Comunque eventualmente provi a inviarmi il contratto a: admin@prestitoa.it e le darò un parere più preciso.
      Saluti.

  3. ho stipulato un mutuo per la ristrutturazione casa nel 2007 di 80000 euro con tasso fisso del 5.41% rata da 450 euro per 30 anni una società alla quale mi sono rivolto mi ha detto che il mio mutuo ha un tasso usuraio vorrei sapere quanto mi potrebbero chiedere di percentuale andando per vie legali ho versato circa 25000 euro di interessi finora e un capitale di circa 9000 grazie

  4. Buongiorno Avvocato,Il mio tasso di mora e’ 7,55 annuo e’ calcolabile insieme al tan oppure bisogna scomporlo per 12 mesi e calcolare la 12ma parte? Grazie

    • Pasquale buongiorno,
      per verificare se la sua banca ha applicato tassi usurai non deve sommare il tasso di mora al tan, ma deve semplicemente verificare che il tasso di mora supera questa soglia.
      Il tasso di mora non va mai sommata al tan perché è un tasso in sostituzione al tasso di interesse; la somma deve essere calcolata quando nel contratto di mutuo oltre al tan, viene indicata la maggiorazione da sommare al tasso di base utile a determinare il tasso di mora.

      Distinti saluti
      PrestitoA.it

      • Il giudice di Pace di Domodossola, avv. Carlo Crapanzano, ha emesso una sentenza, la n. 88/2014, storica e probabilmente in grado di porre una pietra miliare nella giurisprudenza relativa alla usura sui mutui.
        Di fronte al predetto giudice e’ stata radicata una causa da Daniele Folino, tra l’altro Presidente della associazione Mutui Usurari.it, seguito dall’avv. Domenico Capristo, proprio per dimostrare, seguendo gli insegnamenti della Corte di Cassazione in specie nell’ultima pronuncia n. 350/2013, che il mutuo fosse usurario considerando anche il tasso di mora.
        Difatti, le banche hanno sempre sostenuto che il tasso di mora, cioè quell’interesse aggiuntivo da pagarsi in caso di ritardo nel versamento della rata, non andasse conteggiato ai fini dello sforamento o meno del tasso di usura. La cassazione ha “bacchettato” questo atteggiamento dicendo a chiare lettere che , invece, occorresse tener conto anche di questo onere ipotetico ed aggiuntivo; ora la giurisprudenza di merito, con il Giudice di Pace di Domodossola, comincia a dare corpo a questo orientamento.
        Nel caso in questione, infatti, il magistrato sollecitato da Folino con l’avv. Capristo, oramai da tempo dedicati alla materia, ha dichiarato che il mutuo così com’era strutturato dalla banca , Barclys Bank, fosse da considerarsi usurario condannando a restituire la quota di interessi pagata, così come richiesto.
        Sembrerebbe, peraltro, che questa sia la prima sentenza in Italia che applichi nel merito i principi posti dalla famosa Cassazione del gennaio 2013!!
        Si apre un momento “rivoluzionario” per tutti coloro che sono titolari di un mutuo e che, considerando il tasso di mora e tutti gli oneri aggiuntivi, potrebbero vedersi restituire tutti gli interessi pagati finora e, addirittura, giungere ad una pronuncia di trasformazione del mutuo da oneroso a gratuito.
        Tutto ciò perché di fronte ad un pronunciamento di un giudice circa la usurarietà del mutuo si applicano le conseguenze previste dell’art.1815, 2′ comma c.c., ossia la nullità delle clausole che prevedono gli interessi sul mutuo.
        E’ facile comprendere la portata della vicenda e la opportunità anche e soprattutto per coloro che hanno importi copiosi da restituire alle banche.

  5. salve
    io ho fatto fare una verifica del mio mutuo stipulato nel 2007 del valore di 106,000 € con rata mensile di 730 € al mese…la durata è di 20 anni..ad ora ho pagato 7 anni il capitale rimanente è di 86.000€ mi hanno applicato tassi usura gli da 8.75 che dice la legge io pago il 17.75….a questo punto cosa faccio?mi rivolgo ad un legale?

    • Buongiorno Alberto,
      può valutare la cosa con un legale o tramite un associazione consumatori che dovrebbero garantirle una buona assistenza a costi decisamente inferiori.

      Distinti saluti
      PrestitoA.it

  6. Vorrei sapere cosa devo fare per sapere se il tasso del mio mutuo è un tasso usuraio per come mi hanno detto, non solo se voglio la loro assistenza devo pagare una certa cifra, la cosa non mi convince aspetto notizie grazie.

    • Anna buongiorno,
      risponderle non è facile perché non so chi è il suo interlocutore. Detto questo posso dirle che molte persone stanno approfittando di questa situazione speculando a discapito del consumatore. Tenga conto che procedere in queste verifiche ha senso se il cliente ha pagato buona parte del mutuo o se il debito residuo è basso e pertanto il cliente potrebbe affrontare un estinzione totale del mutuo in corso.
      Lei quando ha acceso questo mutuo? Per quanti anni? Di che importo?

      Distinti saluti
      PrestitoA.it

  7. Salve, ho fatto il mutuo casa con mia moglie a fine 2010 e da circa 4 mesi non riesco più a pagare perché mia moglie ha perso il posto di lavoro. Volevo sapere se ha senso verificare il mutuo se ha tassi usurai.

    massimo

    • Massimo buongiorno,
      verificare se il suo mutuo ha tassi usurai ha sicuramente senso, ma di certo non le risolverà l’attuale situazione. Intendo dire che anche se la banca le dovesse restituire la somma di interessi versati e non dovuti, la difficoltà nel pagare le rate di mutuo o peggio ancora restituire tutto il debito in un unica soluzione la costringerebbe ad una situazione insostenibile. Si concentri come primo step nel riprendere il regolare versamento delle rate di mutuo; sistemata questa situazione, approfondisca eventuali tassi usurai collegati al suo mutuo.

      Distinti saluti
      PrestitoA.it