Cessione del Quinto Rifiutata? Online Valutazione Azienda se Assumibile

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Cessione del quinto rifiutata? Scopri come ottenere, in modo facile e veloce, il tuo finanziamento. In questo articolo cercheremo di capire:

  • quando possono rifiutare cessione del quinto
  • come richiedere la valutazione azienda

Se sei interessato a una valutazione gratuita e senza impegno, un preventivo di cessione del quinto, contattaci ora compilando il modulo di contatto che trovi sul nostro sito. Entro pochi minuti un collega ti contatterà dal prefisso telefonico 0522. Verificheremo in tempi brevissimi se la ditta per cui lavori è gradita o meno alle assicurazioni partner.

Hai una domanda? Scrivi ora un commento; ti risponderemo subito (servizio gratuito).

Quando possono rifiutare cessione del quinto?

Per prima cosa facciamo una precisazione, questo finanziamento può essere richiesto da dipendenti o pensionati. Ciò comporta che le cause di non valutazione positiva della richiesta di cessione del quinto variano a seconda di chi è il richiedente.

Quindi la cessione del quinto può essere rifiutata? Si, ma questo non significa che la stessa richiesta possa essere riconsiderata positivamente da un altro istituto di credito. Proprio per questo motivo, ogni giorno, centinaia di clienti si affidano alla nostra società ottenendo un riscontro positivo.

Vuoi rivalutare la tua richiesta? Contattaci ora! Compila il modulo di richiesta informazioni.

Rifiuto cessione del quinto dipendenti

Riassumiamo le principali motivazioni che portano una società finanziaria a negare l’approvazione del contratto di finanziamento:

  • azienda non gradita alle assicurazioni o alla banca e finanziaria. Caso che coinvolge i soli dipendenti di aziende private; la banca o l’assicurazione valutano negativamente l’affidabilità dell’azienda in cui lavora il dipendente.
  • poco TFR. La finanziaria a cui ci si rivolge non considera la cessione del quinto no TFR o cessione del quinto per neoassunti.
  • TFR accantonato in un fondo assicurativo aperto. Non tutte le compagnie si assumono il rischio quando il dipendente accantona il trattamento di fine rapporto in un fondo assicurativo aperto.
  • prestito non ancora rinnovabile. Non sono decorsi i termini previsti da Banca Italia relativi alla possibilità di rinnovare un prestito in busta paga.
  • numero di dipendenti. Per la maggior parte delle assicurazioni il numero minimo richiesto è pari o superiore a 16 dipendenti assunti a tempo indeterminato.
  • prossimo all’età pensionabile. La durata del contratto di cessione del quinto è maggiore rispetto agli anni di lavoro che il dipendente dovrà ancora prestare prima di andare in pensione.
  • contratto di lavoro a tempo determinato o apprendistato
  • pignoramento in corso.
  • reddito mensile insufficiente. Nel caso in cui il compenso mensile è inferiore a 515 euro al netto della trattenuta del quinto
  • Eccessivo indebitamento in Crif. Alcune banche e finanziarie respingono la richiesta di finanziamento tramite prestito in busta paga quando il cliente ha altri impegni in corso e questi riducono sensibilmente il reddito mensile.
  • il cliente ha una sofferenza con l’istituto di credito erogante. Quando il cliente, con quella banca o finanziaria, ha un altro prestito personale o mutuo non pagato.
  • note disciplinari o prossimo licenziamento.

Rifiuto cessione del quinto pensionati

Per la categoria pensionati le motivazioni sono ridotte tenuto conto che il prestito è garantito dalla trattenuta della rata direttamente sulla pensione.

  • età anagrafica. il prestito deve terminare entro l’85° anno di età
  • tipo di pensione non cedibile. L’INPS o l’ente previdenziale non rilascia la quota cedibile (esempio pensione INAIL).
  • pensione non definitiva. il cliente deve sottoporsi a visite mediche per verificare la sussistenza del diritto di pensione.
  • stato di salute.
  • importo della pensione, al netto della rata del finanziamento, inferiore a 515 euro.

Valutazione azienda per cessione del quinto, come funziona?

L’analisi di fattibilità di una pratica di cessione del quinto si basa sulla quotazione dell’azienda in cui il dipendente è assunto. Semaforo verde per dipendenti pubblici e statali, mentre per dipendenti di aziende private la strada prevede alcuni accorgimenti.

Prima di chiedere l’approvazione del contro e ancora prima di istruire la pratica con tutto il plico documentale necessario (compreso il certificato di stipendio), si procede con la valutazione azienda. Cosa significa? Quali sono i requisiti aziendali necessari?

Cessione del quinto requisiti aziendali

Non esiste un elenco specifico nel quale elencare tutte le caratteristiche che una ditta deve soddisfare per potersi ritenere idonea alla concessione della cessione del quinto per i propri dipendenti. Di certo l’azienda dovrà:

  • essere costituita da minimo 24 mesi
  • aver depositato almeno 2 bilanci
  • i bilanci dovranno attestare una condizione di stabilità della ditta
  • per la maggior parte delle assicurazioni, devono essere assunti, a tempo indeterminato, minimo 16 dipendenti
  • operare in un settore merceologico gradito alle assicurazioni (alcuni settori sono esclusi, ma questo dato varia da compagnia a compagnia)

Come si procede quindi? Si controlla, sui vari portali assicurativi, il valore attribuito alla ditta semplicemente inserendo il numero di partita iva. Questa operazione non può essere svolta dal cliente finale, ma esclusivamente da una società autorizzata e convenzionata con i vari istituti.

Inserito questo dato, il portale assicurativo restituirà un report e tra le informazioni fornite verrà comunicato se per questa compagnia l’azienda “ABC” è gradita oppure no. In caso di valutazione positiva sarà valorizzato un coefficiente che determinerà la somma massima che il dipendente potrà ottenere.

La base di calcolo, per stabilire quanti soldi il cliente potrà ricevere, è TFR accantonato per il coefficiente assicurativo. Ogni assicurazione potrà valutare diversamente la stessa azienda e di conseguenza il cliente, a seconda della compagnia scelta, potrà ricevere una somma di denaro variabile.

Per questo noi consideriamo sempre tutte le possibilità con il fine di garantirti il massimo importo, non trascurando le condizioni legate al miglior tasso. Per un preventivo gratuito e senza impegno, contatta ora i nostri esperti.

Cessione del Quinto Rifiutata. Soluzioni per il mio prestito.

Se ti hanno respinto la richiesta di finanziamento non ti allarmare, è possibile riconsiderare la pratica rivolgendosi a un altro istituto di credito e/o assicurazione. Affidandoti al nostro servizio puoi usufruire di un numero ampio di accordi assicurativi ovvero garantirti il risultato atteso.

Cessione del quinto rifiutata, come funziona con PrestitoA?

Compilata la richiesta, entro pochi minuti, ti contatteremo dal prefisso telefonico 0522. Verificheremo l’azienda in cui lavori, quindi in presenza di semaforo verde, verrà concordato un appuntamento (direttamente a casa tua) con un nostro consulente. Ti seguirà passo passo fino all’erogazione dei soldi di cui hai bisogno.

Devo pagarvi spese? Non dovrai pagare nulla.

Dove ti trovi? La sede della società è Reggio Emilia, ma abbiamo una rete di collaboratori presente su tutto il territorio nazionale. L’appuntamento con il consulente avverrà direttamente a domicilio, così comodamente da casa potrai ottenere tutti i vantaggi della nostra consulenza.

Contattaci subito! Ogni giorno centinaia di persone scelgono il valore della nostra offerta.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

28 commenti su “Cessione del Quinto Rifiutata? Online Valutazione Azienda se Assumibile

  1. Avrei bisogno del quinto dello stipendio la ditta per cui lavoro ha 6 dipendenti ho un contratto a tempo indeterminato da aprile 2015 con un mensile di 1600 e un TFR attuale di circa 7000 euro depositato in azienda così e fiscale azienda 04656870260 per adesso mi hanno detto alcune finanziarie che l’azienda non è assumibile

    • Franco buongiorno,
      possiamo valutare la sua richiesta anche se assunto in una ditta con soli 6 dipendenti. Ovviamente l’esito finale sarà subordinato a una serie di valutazioni. Ha già compilato il modulo di contatto presente sul nostro sito?

      PrestitoA

        • Franco buongiorno,
          si, ma non possiamo darle la garanzia al 100% fino a quando non abbiamo istruito completamente la sua richiesta. Tenga conto che la richiesta:
          – non sarà segnalata a Crif
          – è gratuita e senza impegno

          A disposizione per ulteriori chiarimenti.
          PrestitoA

  2. Ho richiesto cessione quinto da diverse finanziarie tutti rifiutati per azienda non assumibile l’azienda e un srl con sei dipendenti io lavoro li da aprile 2015 con un TFR di circa 7000 euro la mia richiesta era di 16000 euro si può fare qualcosa?

    • Franco buongiorno,
      senza garantirle il risultato, vuole valutare un preventivo tramite la nostra società. Gestiamo richieste anche per dipendenti di aziende con meno di 16 lavoratori.
      Circa la liquidità, forse possiamo valutare un importo prossimo ai 7000 euro.

      PrestitoA

        • Franco buongiorno,
          se compila il modulo di contatto possiamo metterci in contatto con lei e farle una breve intervista al fine di individuare la soluzione migliore. Qualora dovesse avere bisogno di ulteriori chiarimenti siamo a disposizione.

          PrestitoA

    • Buongiorno Cristina,
      perché le occorre questa informazione? Ad oggi le compagnie attive sul prodotto cessione del quinto per dipendenti di aziende private sono 6. Lei per che tipo di azienda lavora? Spa, Srl, Coop?

      Distinti saluti
      PrestitoA.it

  3. Salve ho fatto una richiesta di finanziamento con la cessione del quinto e non mie stata accettata perché non ho abbastanza Tfr. Lavoro in un azienda srl con 50 dipendenti e con un contratto a tempo indeterminato. Ho fatto l’aprendista 4 anni e 2 anni a gennaio indeterminato. Cosa mi consiglia? Mi servirebbero 10000€. Ciao ivan

  4. Buonasera io volevo chiedere un finanziamento ne ho due in corso sono segnalato come cattivo pagatore non ho cessioni del quinto in corso però nessuno me lo fa perché nn ho TFR lavoro da 10 anni in una azienda srl come posso fare

  5. Salve,
    Lavoro cn regolare contratto a tempo indeterminato in azienda s.n.c da aprile 2015.
    Pertanto avrei bisogno del prodotto samll business no tfr.
    Riusciremmo a fwre quqlcosa?

    • Buongiorno Giuseppe.
      Il prodotto in questione non è mai esistito, si tratta di due differenti prodotti. Attualmente il prodotto no tfr comunque non è attivo per nessuna finanziaria, ma comunque non è compatibile con la tipologia di azienda in cui lavora.
      Saluti.

  6. Ho in corso una cessione del V°per 72 mesi mi restano 47 mesi ho richiesto un un rinnovo, e mi hanno risposto che l’azienda per cui lavoro non è assumibile.
    La Finanziaria a cui mi sono rivolto è la stessa che mi ha concesso il finanziamento.

  7. Salve, al mio compagno hanno rifiutato la cessione del quinto perché l’azienda deve fare ancora il secondo bilancio. Lui lavora dal 2009, nel 2012 l’azienda ha cambiato nome ma esiste la continuità lavorativa come di evince dal l’estratto conto contributivo. Mi chiedo se voi potete in questo caso fare la cessione, grazie

    • Buongiorno Elisa.
      Potremmo provare a valutare la cosa, in quanto per alcune aziende alcune finanziarie fanno eccezione e chiedono un solo bilancio. Le chiedo di compilare il modulo di contatto.
      Saluti.

  8. Buonasera , ho in corso una cessione da 120 mesi, mi mancano 70 mesi, ho chiesto un rinnovo un mese fa alla stessa finanziaria, mi è stato accettato, ho firmato tt la documentazione e tt, oggi mi arriva la risposta che la richiesta non è assumibile… Ma è normale? Come mi devo comportare? Saluti mocci norman

    • Buongiorno.
      Più che normale direi che può capitare. L’esito positivo si ha solo se anche l’assicurazione accetta la richiesta. A volte capita che, sebbene la valutazione da parte dell’assicurazione sull’azienda sia positiva, in fase di emissione polizza questa blocchi la richiesta. Forse è quello che è successo.
      Saluti.