Saldo e Stralcio: Come procedere.

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Come abbiamo avuto modo di vedere nella sezione precedente di questa guida sul Saldo e Stralcio, punti fondamentali per procedere sono la condizione di contenzioso e l’aver accantonato la somma che si intende offrire all’istituto di credito.

La seconda di queste due condizioni potrebbe rivelarsi un problema per il debitore, in quanto è facile pensare che una persona che abbia un debito insoluto da diverso tempo non disponga di una somma, se pur inferiore, per procedere con l’estinzione a Saldo e Stralcio del debito.

Nei casi in cui non si disponga di alcuna somma per procedere ad effettuare l’offerta di estinzione a Saldo e Stralcio, possono esserci delle strade alternative quali:

–         Procedere con lo svincolo di denaro eventualmente accantonato presso fondi o investito tramite altri strumenti finanziari.

–         Chiedere l’aiuto di amici e parenti per riuscire a raggiungere la somma che si intende offrire per il Saldo e Stralcio.

–         Se assunti come dipendenti con contratto a tempo indeterminato, o titolari di una pensione mensile, richiedere una cessione del quinto dello stipendio/pensione, o una delega di pagamento (in caso di cessione già in corso) al fine di ottenere la somma equivalente all’offerta da effettuare ed avere il vantaggio del dilazionamento nel tempo.

Procedere all’estinzione a Saldo e Stralcio chiedendo una cessione del quinto ad una finanziaria potrebbe essere vantaggioso perché consentirebbe di dilazionare il nuovo debito fino a 10 anni, e ripagarlo a rate. Qualora si decidesse di procedere per il Saldo e Stralcio tramite cessione del quinto, la prima cosa da fare è richiedere un preventivo attendibile del finanziamento prima di procedere con l’istruttoria della pratica. Una volta ottenuto un preventivo di cessione del quinto o di delega, si potrà decidere, in base al debito residuo che si intende estinguere a Saldo e Stralcio, se offrire tutto l’importo ottenuto con cessione del quinto o se offrirne solo una parte.

Effettuata l’offerta all’istituto di credito e ottenuta la risposta positiva da parte dell’istituto di credito con il quale è in corso il debito non pagato, è possibile procedere con l’istruttoria della pratica di cessione del quinto.

L’istituto di credito comunicherà al debitore l’IBAN che consentirà di effettuare il bonifico di estinzione a Saldo e Stralcio, ma dovrà anche indicare che, effettuato il bonifico per l’importo concordato, nulla più sarà dovuto nei confronti dell’istituto di credito. Ottenuta la cessione del quinto ed effettuato il bonifico per l’estinzione a Saldo e Stralcio, l’istituto di credito rilascerà una liberatoria di avvenuta estinzione al debitore. In questo modo la procedura di estinzione a Saldo e Stralcio sarà ultimata.

5/10

→ Pagina Successiva: Quanto offrire per estinguere a Saldo e Stralcio

← Pagina Precedente: Quando richiedere il Saldo e Stralcio

– Vai all’inizio della Guida sul Saldo e Stralcio

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+
Saldo e Stralcio: Come procedere. ultima modifica: 2014-04-28T16:56:37+00:00 da prestitoa